CercaMutuo.com

 Tassi Oggi
  • EURIBOR [14/02/2020] 1 Mese -0.48    3 Mesi -0.41    6 Mesi -0.36    1 Anno -0.29   
  • EURIRS [14/02/2020] 5 Anni -0.29   10 Anni -0.05   15 Anni 0.19   20 Anni 0.32   25 Anni 0.37   30 Anni 0.36   

Previsioni tassi mutui

Previsioni Euribor e Eurirs (ultimo aggiornamento 8 febbario 2020)

In seguito all’ultima riunione della Banca centrale europea, il Consiglio direttivo presieduto da Christine Lagarde ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse. In particolare, il tasso di riferimento principale resta fermo allo 0,00%, mentre quello sui prestiti marginali rimane allo 0,25% e quello sui depositi resta stabile a -0,50%.

Durante la consueta conferenza stampa al termine del Consiglio direttivo del 23 gennaio, la presidente Lagarde ha dichiarato che “i tassi resteranno sugli attuali livelli, o più bassi”, esattamente in linea con la politica monetaria del suo predecessore Mario Draghi, secondo cui non ci saranno aumenti dei tassi fino a quando le prospettive di inflazione non raggiungeranno il livello auspicato e sempre dichiarato dalla Bce, ovvero “di poco inferiore al 2%”.

Previsioni tassi Euribor e Eurirs: quali conseguenze sui mutui

Secondo tutti gli esperti e come ufficialmente dichiarato più volte dalla Banca centrale europea, dunque, i tassi resteranno bassi ancora per molto tempo. Difficile stabilire quando ci sarà un’inversione degli tassi Euribor e Eurirs.

Secondo i tassi futures sull’Euribor, la scadenza trimestrale rimarrà pressoché stabile fino ad inizio 2022. Successivamente, un lieve e costante rialzo potrebbe registrarsi, fino a raggiungere la soglia psicologica dello zero verso la fine del 2024.

Ad oggi chi ha un mutuo a tasso variabile può stare tranquillo che la sua rata non subirà importanti modifiche per il prossimo periodo. Chi deve ancora stipulare un nuovo mutuo, la scelta del fisso può garantire una rata costante nel tempo a tassi mai visti.

In ogni caso, la scelta del tipo di tasso dipende da vari fattori, tra cui la durata del mutuo, i redditi su cui si fa affidamento per pagare la rata e la propensione al rischio.

Euribor oggi

I titolari di un mutuo a tasso variabile continueranno dunque a beneficiare dell’andamento degli indici di riferimento ai minimi storici. In particolare, il tasso Euribor è stabilmente sotto la soglia dello zero. La scadenza mensile è ferma a quota -0,46. La scadenza a 3 mesi ha registrato nelle ultime sessioni un lieve calo, portandosi a -0,40.

Con i tassi agli attuali livelli, chi sottoscrive un mutuo a tasso variabile ha il vantaggio di restituire alla banca una somma di interessi molto bassa. Basti pensare che oggi, chi stipula un mutuo a tasso variabile con spread a 0,80 pagherebbe una rata basata su un tasso dello 0,40%.

Eurirs oggi

Anche i tassi IRS restano a livelli molto vantaggiosi. La scadenza a 10 anni oggi è pari a 0,00%, mentre le durate massime, dai 20 ai 30 anni, registrano oggi un livello inferiore a 0,40. Chi chiude un contratto di mutuo fisso oggi può ottenere un tasso a partire da 0,50% per una durata decennale, fino ad arrivare ad un tasso intorno all’1% per durate fino a 30 anni.