Mutui 100: quali banche lo concedono nel 2020

CercaMutuo
mutuo casa 100%

Il mutuo 100% ha la caratteristica di finanziare l’intero valore dell’immobile che si intende acquistare. La differenza sostanziale tra il mutuo 100% e gli altri mutui è che solitamente questi ultimi vengono concessi con dei limiti percentuali rispetto al prezzo della casa. Più precisamente, le banche, come da normativa che regola il mutuo fondiario, finanziano un importo che non superi il limite dell’80%.

Da vari anni, però, diversi istituti hanno deciso di concedere ai richiedenti che presentassero determinati requisiti un mutuo fino al 100% del valore dell’immobile, favorendo principalmente i giovani senza notevoli risparmi.

Tra i requisiti necessari per ottenere un mutuo 100%, la banca potrebbe richiedere la concessione di una fideiussione che copra il 20% del valore del mutuo eccedente l’80%. In alternativa può intervenire la garanzia dello Stato, che attraverso il cosiddetto Fondo Consap, agevola soprattutto i le giovani coppie ad avere un mutuo al 100%.

Il Fondo di garanzia prima casa permette dunque di richiedere un mutuo a copertura dell’intero valore dell’immobile. Le banche che aderiscono al Fondo, che viene gestito da Consap, possono ottenere la garanzia statale fino al 50% della quota capitale dei mutui ipotecari che non superano i 250.000 euro.

Il Fondo Consap mutuo 100% è stato pensato in particolar modo a quelle categorie di persone che solitamente hanno maggiore difficoltà ad accedere al credito, tra cui i lavoratori con contratto a tempo determinato, le famiglie con un solo genitore o le coppie con almeno un figlio minore a carico.

Per ulteriori informazioni sul mutuo 100% Consap puoi contattare un Consulente della tua zona e richiedi un preventivo mutuo senza impegno.

Comprare casa con un mutuo 100%

Il mutuo 100% per l’acquisto della casa è nato nel pieno del boom immobiliare dei primi anni 2000 come esigenza di mercato, spinto dalle tantissime richieste di coloro che non avevano i fondi necessari per richiedere un mutuo 80%, ma non volevano perdersi l’opportunità di comprare un immobile.

Considerando un anticipo minimo pari al 20% del prezzo della casa, e le spese accessorie necessarie alla conclusione della compravendita (tasse, onorario del notaio, agenzia immobiliare e spese della banca), non tutti potevano concedersi il lusso di acquistare la casa dei propri sogni.

Per molti anni e fino alla crisi del mercato immobiliare con conseguente stretta creditizia che ha caratterizzato gli anni 2008-2012, il mutuo 100% è stata l’unica possibilità per poter comprare una casa.

Mutui 100%: quali banche lo concedono

Come detto, le banche che aderiscono al Fondo di garanzia gestito da Consap possono concedere mutui fino al 100 per 100 del valore dell’immobile, purché l’immobile sia destinato a prima casa e previa perizia da parte dello stesso istituto di credito.

Tra le banche che concedono un mutuo al 100% nel 2020 si segnala il Mutuo Giovani di Intesa Sanpaolo, che propone ai richiedenti di età non superiore a 35 anni la possibilità di ottenere un finanziamento totale al 100 per 100. Il mutuo può anche essere rimborsato con pagamenti di sole quote di interessi, al fine di favorire chi avesse la necessità di mantenere una rata molto bassa nella parte iniziale.

Tra le caratteristiche del Mutuo giovani di Intesa Sanpaolo c’è la possibilità di chiedere la sospensione delle rate del finanziamento per tre volte nel corso dell’ammortamento.

Altri istituti concedono un mutuo fino al 95% del prezzo della casa. Tra questi si segnalano varie banche di credito cooperativo, BNL, Creval e Crédit Agricole.

Per maggiori approfondimenti invia una richiesta di informazioni gratuita ad un Consulente del credito.

Come ottenere un mutuo 100%

Bisogna precisare che chi richiede un mutuo dell’intero valore dell’immobile non avrà le stesse caratteristiche di chi ottiene un mutuo al di sotto di un LTV (Loan to value) inferiore all’80%.

Il maggiore rischio finanziario nel concedere un mutuo al 100% da parte gli istituti di credito implica un costo maggiore dell’operazione a carico del richiedente, che si traduce solitamente in uno spread bancario più alto rispetto agli altri mutui.

Richiedere un mutuo 100% oggi, comunque, con i bassi tassi di interesse come sono in questo momento, rimane molto vantaggioso. Basti pensare che per un mutuo di 130.000 euro di durata di 25 anni ad un tasso fisso del 2% si pagherebbe una rata di circa 550 euro. Spesso meno che un affitto.

C’è da dire che l’iter per richiedere un mutuo 100% è generalmente più difficoltoso rispetto ad un normale mutuo. In certi casi, dunque è consigliabile avvalersi della consulenza di un esperto che sarà in grado di dare le giuste soluzioni e valutare insieme al professionista quale sia l’istituto bancario con maggiori probabilità di accettare il prestito.

Cerca un Consulente del credito della tua zona e richiedi un preventivo gratuito.