Migliori mutui a tasso variabile 25 anni (17 giugno 2020)

CercaMutuo
Eurirs 30 anni

I migliori mutui a tasso variabile del 17 giugno 2020)

Il mutuo a tasso variabile di durata 25 anni è la soluzione ideale per chi scommette sull’andamento dei tassi bassi a lungo periodo e vuole pagare una rata sostenibile allungando la scadenza del finanziamento. Con l’Euribor negativo, avere un mutuo indicizzato permette di abbattere più velocemente il capitale rispetto al tasso fisso.

È il prestito ideale per chi non teme un innalzamento della rata dovuto all’aumento dei tassi, in quanto le entrate finanziarie sono più che adeguate oppure perché si prevede di mantenere il mutuo per un breve periodo di tempo, grazie per esempio all’estinzione anticipata o alla vendita dell’immobile.

L’indice Euribor è il parametro maggiormente utilizzato dagli istituti di credito per calcolare i mutui a tasso variabile. Attualmente l’Euribor 1 mese è pari a -0,48, l’Euribor 3 mesi a -0,37 e l’Euribor 6 mesi a -0,21 (rilevazione tassi Euribor del 16 giugno 2020).

In base alla scadenza dell’Euribor definita dalla banca, che può essere mensile, trimestrale o semestrale, al parametro si deve sommare lo spread, che rappresenta il guadagno dell’istituto.

Ad esempio, in caso di mutuo indicizzato all’Euribor 3 mesi pari a -0,37 e uno spread di 1,00, il tasso finito del mutuo sarà dello 0,63%, sempre che l’istituto consideri l’Euribor negativo e non applichi un tasso Floor.

Migliori mutui a tasso variabile 25 anni

In genere, il tasso di interesse applicato dalle banche varia in base all’importo del mutuo rispetto al valore dell’immobile (Ltv – Loan to value).

In caso di Ltv fino al 50%, tra i migliori mutui a tasso variabile 25 anni si segnalano Credem Banca, che applica un tasso dello 0,37%, Unicredit, che offre un tasso pari a 0,47%, e Crédit Agricole, che propone un tasso dello 0,52%. A seguire Monte dei Paschi di Siena insieme a Intesa San Paolo, con un tasso finito dello 0,55%.

Per un mutuo superiore al 50% e inferiore all’80%, il miglior tasso variabile a 25 anni viene proposto da Unicredit (Tan 0,62%). A seguire Crédit Agricole insieme a Intesa San Paolo (Tan 0,65%) e MPS (Tan 0,70%).

Simulazione mutuo tasso variabile 25 anni

Ltv fino al 50%: se calcoliamo un mutuo di 160.000 euro in 25 anni applicando un tasso dello 0,37%, la rata mensile sarà pari a 558,46 euro. Il totale da rimborsare alla banca, salvo variazione del tasso di riferimento, sarà di 167.538 euro, ovvero 7.538 euro in più rispetto a quanto ottenuto, che corrispondono a 301 euro all’anno di interessi passivi.

Ltv fino all’80%: se calcoliamo un mutuo di 190.000 euro in 25 anni applicando un tasso dello 0,62%, la rata mensile sarà pari a 683,85 euro. Il totale da rimborsare alla banca, salvo variazione del tasso di riferimento, sarà di 205.155 euro, ovvero 15.155 euro in più rispetto a quanto ottenuto, che corrispondono a 606 euro all’anno di interessi passivi.

Chiedi un preventivo di mutuo personalizzato ad un Consulente del credito della tua città e ricevi assistenza per trovare la soluzione più adatta a te.

Scopri altre soluzioni:

Migliori offerte di mutuo a tasso fisso

Migliori offerte di mutuo a tasso variabile

In questa pagina vengono riportate delle simulazioni di mutuo basate sulle informazioni pubblicitarie che le banche menzionate pubblicano sui rispettivi siti online o sui fogli informativi. CercaMutuo non è un mediatore creditizio e non offre alcun tipo di consulenza sulla scelta di un mutuo o di una surroga.
I dati pubblicati in questa pagina non rappresentano un’offerta da parte degli istituti di credito né tanto meno sono da considerarsi una raccomandazione da parte di CercaMutuo.