CercaMutuo.com

 Tassi Oggi
  • EURIBOR [24/05/2019] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.31    6 Mesi -0.24    1 Anno -0.15   
  • EURIRS [24/05/2019] 5 Anni -0.04   10 Anni 0.41   15 Anni 0.75   20 Anni 0.93   25 Anni 0.99   30 Anni 1.01   

Insolvenza mutuo

Cos’è l’insolvenza?

L’insolvenza è l’incapacità o impossibilità di pagare un debito. Nel caso dei mutui, nel 2016 è stata introdotta un’importante novità sul tema dei pignoramenti della casa in caso di insolvenza delle rate di mutuo.

Quali novità introduce il decreto mutui anti insolvenza?

Il decreto legislativo decreto legislativo 72/2016 attua la direttiva comunitaria del 2014 (la 17/Ue) sui “Contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali” e stabilisce che se il cliente che non paga 18 rate mensili del mutuo, anche non consecutive, la banca può procedere alla vendita diretta dell’immobile, senza bisogno di passare dall’asta immobiliare.
Importante: la clausola di pignoramento deve essere espressamente dichiarata nel contratto di mutuo con la banca.

Come viene estinto il debito residuo alla banca?

Se il mutuatario non paga il mutuo, come detto, per 18 mensilità, l’immobile viene trasferito all’istituto di credito che provvederà alla vendita. In caso di proventi derivanti dalla vendita del bene si procederà all’estinzione del debito bancario, anche se quanto ricavato della vendita fosse inferiore al debito residuo. Nel caso in cui i proventi fossero invece superiori al valore del debito residuo, il cliente ha diritto a incassare l’eccesso.

La clausola anti insolvenza è un accordo facoltativo tra la banca e il cliente ed è valida esclusivamente per i contratti sottoscritti dalla data di entrata in vigore della nuova normativa (1° luglio 2016).

Quali sono i vantaggi del decreto anti insolvenza?

Il vantaggio principale consiste nei tempi più rapidi per la risoluzione del contratto. Senza clausola, il procedimento che trasferisce l’immobile ad un’asta giudiziaria con il tribunale richiede fino a 7 anni per compiersi.

Inoltre, secondo la normativa, se le difficoltà economiche del mutuatario sono dovute alla perdita del lavoro o altra causa di criticità finanziaria, si può richiedere la sospensione del mutuo o una rinegoziazione del mutuo.

Approfondimento: Decreto mutui clausola anti-insolvenza e periodo di riflessione   

CALCOLA IL TUO MUTUO