Tassi Oggi
  • EURIBOR [18/01/2019] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.31    6 Mesi -0.24    1 Anno -0.12   
  • EURIRS [18/01/2019] 5 Anni 0.21   10 Anni 0.81   15 Anni 1.18   20 Anni 1.35   25 Anni 1.39   30 Anni 1.40   

BCE Banca centrale europea

La Banca centrale europea è la banca centrale dei 19 Stati membri dell’Unione europea che hanno adottato l’Euro.
La BCE è stata istituita nel giugno del 1998 con l’adozione del Trattato sull’Unione europea (Trattato di Maastricht) e ha iniziato a essere operativa il 1 gennaio 1999. La sede della BCE è a Francoforte, nel sito della Grossmarkthalle.

Obiettivi della Banca centrale europea

Il principale obiettivo della BCE è mantenere la stabilità dei prezzi nell’area dell’Euro monitorando l’andamento dei mercati e preservare il potere di acquisto della moneta unica attraverso una politica monetaria con l’obiettivo di mantenere il tasso di inflazione “vicino e poco sotto al 2%”.

Le ultime scelte della Banca centrale europea sulla politica dei tassi

La Banca centrale europea sta mantenendo i tassi di interesse ai minimi storici. L’attuale tasso di riferimento BCE è attualmente fissato allo 0,00% dal 10 marzo 2016. Il tasso Bce influenza direttamente l’andamento dei tassi Euribor, attualmente in territorio negativo.

Il principale strumento utilizzato dalla Bce in questi ultimi anni è stato il Quantitative easing, il programma con cui una banca centrale immette liquidità nel sistema finanziario tramite l’acquisto di titoli di Stato e di altre obbligazioni. Il programma ha come obiettivo quello di incentivare il credito delle banche verso l’economia reale e contrastare i rischi di deflazione, riportando il tasso di inflazione verso il target prefissato del 2%.

La Bce ha avviato il suo programma di Qe nel marzo 2015 e oggi, a oltre tre anni, lo sta riducendo in modo consistente, avviando il cosiddetto tapering, ovvero il rientro graduale degli acquisti dei titoli di Stato.

Come viene eletto il presidente della Banca centrale europea?

Il presidente BCE viene nominato a maggioranza nel Consiglio europeo dai 19 Paesi che hanno adottato la moneta unica europea.

Quando finisce l’incarico di Mario Draghi da presidente BCE?

Dal primo novembre 2011 il Presidente dell’Istituto è l’italiano Mario Draghi. Il mandato da presidente della Bce scadrà il 31 ottobre 2019. Mario Draghi non potrà essere rieletto in quanto ogni presidente della Banca centrale europea può rimanere in carica fino ad un massimo di 8 anni. Draghi è il terzo presidente della storia della Bce, prima di lui, l’olandese Wim Duisenberg (giugno 1998 – ottobre 2003) e il francese Jean-Claude Trichet (novembre 2003 – ottobre 2011).

Chi è Mario Draghi

L’attuale presidente della Bce Mario Draghi è nato a Roma nel 1947. Economista stimato in tutto il mondo, è stato il governatore della Banca d’Italia fino ad ottobre 2011.

Dal 2006 è anche presidente del Financial Stability Board, organo internazionale che si occupa della vigilanza sui mercati finanziari per garantirne la stabilità.
Nel 1970 si è laureato all’Università Sapienza di Roma con una tesi su Integrazione economica e variazione dei tassi di cambio.
Nel 1976 ha conseguito il dottorato negli Stati Uniti, presso il Massachussets Institute of Technology, dove ha collaborato anche con Franco Modigliani.
Tra il 1984 ed il 1990 è stato direttore esecutivo della Banca Mondiale.
Tra il 2002 e il 2005, è stato vicepresidente e membro del Comitato esecutivo di Goldman Sachs.
Nel 2012 è stato nominato uomo dell’anno dai quotidiani inglesi Financial Times e The Times per “l’abilità dimostrata da Draghi nel gestire la crisi del debito sovrano europeo evitando che la crisi finanziaria del 2012 contagiasse le economie come quella spagnola ed italiana”.

Chi sarà il prossimo presidente BCE?

Il nome più gettonato negli ultimi tempi è il tedesco Jens Weidmann, attuale presidente della Deutsche Bundesbank.

 

CONTROLLO MUTUO

CALCOLA IL TUO MUTUO